Modalità di erogazione

L’attività della Fondazione è profondamente legata alle peculiarità del suo territorio di riferimento e si basa su un costante confronto con i soggetti istituzionali e associativi che operano a livello locale. Essa inoltre è improntata a criteri di efficienza, efficacia, economicità e massima trasparenza in modo che il suo operato risulti leggibile e condivisibile dai vari portatori di interessi.

Il valore della solidarietà, ereditato dall’originaria Cassa di Risparmio, si concretizza particolarmente, in questo momento di grave crisi, nel sostegno alle iniziative atte a fronteggiare il disagio ed i bisogni segnalati dalle istituzioni ed associazioni in genere.Altro valore determinante è quello della sussidiarietà in base al quale l’attività istituzionale è condotta non in sostituzione, ma in rapporto di collaborazione con gli enti pubblici e privati che svolgono attività di interesse pubblico e solidaristico.

La Fondazione opera attraverso un piano d’interventi che attua mediante il finanziamento di progetti ed iniziative di terzi oppure progetti ed iniziative propri, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici o privati interessati. Pur non trascurando una progettualità propria, in particolare nei campi dell’arte e dello sviluppo locale, anche nell’esercizio 2013 la Fondazione ha confermato la scelta di fondo per un’attività erogativa di carattere grant making a favore di progetti ed attività di terzi. L’attività istituzionale della Fondazione viene regolata da una programmazione pluriennale, approvata dall’Organo di Indirizzo, che indica i settori di intervento nei quali concentrare i finanziamenti. 

Il Piano Programmatico Pluriennale, insieme al Documento Programmatico Previsionale annuale ed al Regolamento per l’attività istituzionale, costituiscono gli strumenti operativi per l’individuazione di modalità e criteri d’erogazione. Per la formulazione delle domande, i richiedenti devono compilare appositi moduli, disponibili anche nel sito internet, al fine di consentire l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie per la migliore valutazione del progetto presentato. Anche nel corso del 2013 è stata confermata la scelta di non porre limiti temporali alla presentazione delle domande e di non attuare bandi di selezione, al fine di mantenere aperto il dialogo con le varie associazioni operanti nel territorio per tutto il corso dell’anno. Possono beneficiare degli interventi della Fondazione gli enti, pubblici e privati, associazioni ed altri organismi operanti senza fini di lucro, aventi natura non commerciale, il cui scopo sia riconducibile a uno dei settori di intervento della Fondazione, nonché le imprese strumentali, come definite dall’art. 1, 1° comma, lett. h) del D.Lgs. 153/99, e le cooperative sociali di cui alla Legge n° 381/91. Non sono ammesse le richieste provenienti da movimenti politici o da organizzazioni sindacali e di patronato. L’attività istruttoria delle domande inizia con la verifica, ad opera dell’Ufficio Segreteria, della loro compatibilità con le previsioni statutarie e regolamentari nonché con i contenuti del documento di programmazione annuale; prosegue con l’esame del Presidente e si conclude con l’acquisizione del parere dell’organo consultivo competente, in caso di interventi di maggior rilievo (importi a partire da 30.000 €).

Nello svolgimento dell’attività istruttoria e di selezione delle richieste di contributo, gli uffici della Fondazione, gli eventuali organi consultivi e gli organi interni, si attengono alla valutazione obiettiva del progetto, avendo come unico scopo il miglior perseguimento dei fini statutari e dei programmi da realizzare.

Il Consiglio di Amministrazione sovrintende all’attività erogativa attraverso un processo di valutazione e selezione dei singoli progetti e delle iniziative da finanziare, secondo le modalità operative previste dallo Statuto e dall’apposito Regolamento, approvato dall’Organo di Indirizzo il 4.3.2004, al fine di assicurare la trasparenza dell’attività, la motivazione delle scelte, la migliore utilizzazione delle risorse
e l’efficacia degli interventi.

Il Consiglio stesso, coordinato dal Presidente cui spetta il ruolo propositivo nel processo di deliberazione, decide attraverso autonome ed insindacabili valutazioni, sulla base dell’esame della documentazione presentata e delle ulteriori informazioni eventualmente assunte, tenuto conto dell’istruttoria svolta dal Segretario Generale nonché delle valutazioni espresse dalle Commissioni consultive, qualora attivate.

La Fondazione prende in considerazione iniziative specifiche per le quali sia possibile individuare con precisione il contenuto ed i soggetti coinvolti, i beneficiari e gli obiettivi che si intendono raggiungere, nonché le risorse ed i tempi necessari per la loro realizzazione.
In particolare, specie per i progetti di maggiore dimensione, si tiene conto dell’impatto in termini di benefici materiali ed immateriali che il progetto stesso è suscettibile di determinare anche in relazione ai costi.

L’erogazione delle risorse deliberate, per i più significativi interventi è effettuata anche in più tranche, sulla base di documentazione comprovante la spesa sostenuta e previo accertamento della effettiva destinazione alle finalità individuate al momento dell’approvazione. Il Consiglio di Amministrazione può tuttavia disporre, in determinate situazioni, l’erogazione parziale anticipata. 

L’azione della Fondazione è inoltre conformata al principio della territorialità, intesa come equilibrata distribuzione delle risorse nelle due zone statutariamente previste di Fabriano e di Cupramontana, mantenendo un costante rapporto con le realtà locali.

All’attività erogativa sopra descritta si accompagna un’attività di comunicazione, volta a dare diffusione e trasparenza all’insieme degli interventi effettuati, soprattutto attraverso il periodico “Innovazione e Tradizione” ed il sito internet www.fondazionecarifac.it.


Fondazione Carifac

Corso della Repubblica, 73
60044 Fabriano (AN)
Cod. Fiscale 90004750429

Contatti

Tel. 0732.251254
Fax 0732.251317
E-mail info@fondazionecarifac.it