Settore Rilevante: Arte, attività e beni culturali

I progetti e le iniziative compresi nel settore dell’Arte e attività culturali sono riconducibili a diversi settori tematici. La Fondazione si impegna a preservare e valorizzare il patrimonio artistico- culturale e tutte le risorse del territorio di riferimento promuovendo ed accrescendo lo sviluppo del territorio stesso. I progetti sono in gran parte proposti da associazioni ed enti con finalità socio-culturali ed artistiche, altri sono progetti propri della Fondazione che riguardano iniziative editoriali e musicali.

Interventi principali

RISTAMPA “GUIDA E STATISTICA DELLA CITTA’ E COMUNE DI FABRIANO” DI ORESTE MARCO ALDI

Il Centro Studi Don Riganelli ha proposto una ristampa anastatica di un libro molto interessante sotto il profilo storico locale, dal titolo “Guida e statistica della città e del Comune di Fabriano” risalente al 1873, di Oreste Marcoaldi Tale volume, molto noto tra gli studiosi, è uno tra i più consultati della Biblioteca pubblica fabrianese “Romualdo Sassi” e per la consultazione si usava una copia fotostatica piuttosto logorata. Per la ristampa sono state interessate le Cartiere Fedrigoni che hanno concesso la fornitura della carta. La copia originale del 1873 è stata messa a disposizione dall’Archivio Ramelli. La Fondazione ha provveduto a sostenere la ristampa ed il volume è stato presentato nella sala assemblee del Museo Mannucci-Ruggeri alla presenza di un numeroso pubblico di studiosi e letterati. Il Volume è stato consegnato a tutti gli Istituti superiori della città di Fabriano.


ISTITUTO INTERNAZIONALE STUDI PICENI XXXIV^ EDIZIONE DEL CONGRESSO INTERNAZIONALE DEGLI STUDI UMANISTICI

Organizzata dall’Istituto Internazionale di Studi Piceni, finanziata dalla Fondazione Carifac con la collaborazione del Comune di Sassoferrato, la XXXIV^ edizione del Congresso Internazionale di Studi Umanistici ha analizzato la tematica su “Bartolo da Sassoferrato , il pensiero giuridico e politico tra Medioevo e Rinascimento”. Provenienti da prestigiose università italiane, europee e d’oltre oceano, una trentina di studiosi di scienze umanistiche sono stati chiamati a confrontarsi, illustrare e approfondire i vari aspetti legati al tema centrale del congresso. Alla realizzazione dell’iniziativa hanno collaborato, tra gli altri, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, la Regione Marche e la Provincia di Ancona.


FABRIANO IN ACQUARELLO

La Città di Fabriano ha realizzato già due edizioni della Biennale del Premio Internazionale “Marche d’Acqua” Fabriano Watercolour”, ottenendo un ottimo successo di pubblico e di critica. Nel 2013 si è inserito in questo contesto, l’evento internazionale dell’Acquarello, in collaborazione con la Regione Marche, il Comune di Fabriano, il Museo della Carta e della Filigrana – l’Associazione InArte e l’Associazione “Acquarello la scuola di Gorlini”. Oltre 300 artisti sono stati selezionati dalle scuole di tutto il mondo per esporre a Fabriano. L’evento ha prodotto un duplice risultato, quello di celebrare l’eccellenza cartaria ed artistica fabrianese e quello di implementare il turismo e l’ economia del territorio, raggiungendo un target di appassionati che costituisce un’importante e raffinata nicchia di mercato.


VOLUME D’ARTE SULLA CHIESA DI S. BENEDETTO IN FABRIANO

In questi anni l’attività della Fondazione non si è caratterizzata unicamente per operazioni di recupero e salvaguardia dei beni-storico-artistici , ma ha svolto un ruolo fondamentale nell’ambito della promozione culturale sostenendo anche attività editoriali. Proprio per questo, la Fondazione ha voluto riprendere un’antica tradizione, quella di pubblicare volumi d’arte relativi al nostro territorio e la pubblicazione di un volume d’arte sulla Chiesa di S. Benedetto di Fabriano, ritenuta una delle più ricche ed interessanti della Regione per il patrimonio artistico che conserva, ha riscosso i maggiori consensi. Il testo costituito da 4 saggi introduttivi e 9 saggi sulle singole cappelle della Chiesa è stato presentato al Teatro Gentile di Fabriano da Vittorio Sgarbi. Durante la presentazione sono intervenuti anche due autori: Bonita Cleri, docente di Storia dell’arte moderna alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Urbino, e Giampiero Donnini, critico d’arte.


INCONTRI E LABORATORI PER RISCOPRIRE BARTOLINI UNO DEI GRANDI DEL NOVECENTO

“Ed è perché vi amo, o consanguinei della mia terra, da cui tutto trassi - dal mio sangue alla mia intelligenza, al mio cuore al coraggio che mi sostiene in mezzo a tante lotte, impari - che mi permetto dirvi delle verità”. Con queste parole Luigi Bartolini si rivolgeva ai suoi conterranei nella Lettera ai marchigiani. Nel 50° anniversario della scomparsa, il suo “Stracaro, indomito paese di Cupramontana”, gli ha tributato una serie di iniziative per far conoscere l’opera di questo artista protagonista del Novecento come incisore, pittore, poeta e scrittore (anche del romanzo Ladri di Biciclette dal quale è, assai liberamente tratto, il film neorealista di Zavattini e Vittorio De Sica). Le celebrazioni sono partite nel mese di giugno e per tre mesi hanno costellato tutto il territorio di Fabriano e Cupramontana. Cuprense nato nel 1892, Bartolini è considerato insieme a Giorgio Morandi e Giuseppe Viviani trai maggiori incisori italiani del Novecento. La Fondazione ha erogato un contributo per le celebrazioni.


I CONCERTI DEL GENTILE XXI^ EDIZIONE DELLA STAGIONE SINFONICA

Molteplici sono gli spunti offerti da questa ventunesima Stagione Sinfonica, organizzata e finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio
di Fabriano e Cupramontana con la collaborazione del Comune di Fabriano. In un contesto di totale realizzazione appannaggio dell’Orchestra
Filarmonica Marchigiana, che ne è assunta la piena paternità artistica, hanno trovato equamente spazio proposte monografiche nonché
programmi con significative presenze solistiche come si è verificato nel concerto di apertura con Alexander Lonquich, pianista tedesco ma
italiano d’adozione che è stato contemporaneamente direttore e solista. Un’altra figura pianistica di assoluto rilievo è stata quella dell’iraniano/ meneghino Ramin Bahrami, devoto ed appassionato interprete bachiano alle prese con tre concerti del genio di Eisenach incastonati fra due particolarissimi episodi sinfonici di marca haydniana. Una stagione sinfonica di alto spessore artistico e musicale che ha riscosso una molteplicità di consensi e soprattutto in questa edizione ha visto la partecipazione di molti giovani.


ALLESTIMENTO SEZIONE “CIVILTA’ DELLA SCRITTURA” PRESSO IL MUSEO DELLA CARTA E FILIGRANA – MONASTERO DI SAN BENEDETTO A FABRIANO

La città di Fabriano, avvalendosi anche di materiali di proprietà della Cartiera Miliani, ha istituito nel 1984 il Museo della Carta e della Filigrana (MCF) all’interno del complesso monumentale del San Domenico .Oltre a questo il MCF dispone di una cospicua collezione di macchine e apparati per la lavorazione della carta, fondi di filigrane antiche e di forme filiganatrici storiche, torchi e macchine da stampa antichi, fonditrici, torchi litografici e calcografici, apparati per la fabbricazione artigianale e della carta per la rivendita all’interno del bookshop del museo. A seguito degli interventi di miglioramento sismico è stata allestita una nuova sezione museale denominata “Civiltà della Scrittura” presso il complesso monumentale dell’ex monastero di S. Benedetto in cui sono stati collocati i torchi e la macchina stampa concessi in devoluzione gratuita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. La Fondazione finanzia i lavori di realizzazione della nuova sezione museale.


PREMIO INTERNAZIONALE DI SCULTURA E. MANNUCCI XX^ EDIZIONE

La XX^ edizione del Premio Internazionale di Scultura Edgardo Mannucci cofinanziata dalla Fondazione Carifac, ha registrato numerosi partecipanti tra autorità e rappresentati del mondo accademico. L’evento che si svolge ogni anno assegna un premio di scultura rivolto alle giovani leve d’arte contemporanea intitolato allo scomparso artista internazionale Edgardo Mannucci. Il Premio, giunto alla ventesima edizione, si tiene ogni anno ad Arcevia e sta consolidando negli anni un successo sempre crescente , oltre i confini del territorio nazionale. Nella XX^ edizione hanno partecipato per l’Italia , le Accademie di Belle Arti di Perugia, Roma e Urbino, mentre per l’estero quelle di Tirana (Albania) e Prishtina (Kosovo). Ogni accademia ha presentato tre studenti ciascuno dei quali ha partecipato con tre opere. Nel 2013 ha vinto l’Accademia delle Belle Arti di Tirana con la scultura “ Tors” , il secondo Premio è stato assegnato all’artista Desponia Charitoni dell’Accademia di Roma con l’opera “ Cancellata dal Vento” ed il terzo è andato ad Alica Arlotti con “Anima 2” delle Belle Arti di Urbino.

Fondazione Carifac

Corso della Repubblica, 73
60044 Fabriano (AN)
Cod. Fiscale 90004750429

Contatti

Tel. 0732.251254
Fax 0732.251317
E-mail info@fondazionecarifac.it