Settori di intervento

L’Organo di Indirizzo, ai sensi dell’art. 2 comma 2 del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 18.5.2004 n. 150, nel segno di una ben definita continuità operativa, nella seduta del 16 settembre 2022 ha indicato, per il triennio 2023-2025, i seguenti tre settori rilevanti e, in via residuale, i seguenti due settori ammessi:

A. SETTORI RILEVANTI: B. ALTRI SETTORI AMMESSI:
Arte, attività e beni culturali;
Volontariato, filantropia e beneficenza;
Educazione, istruzione e formazione;
Attività sportiva;
Sicurezza alimentare e agricoltura di qualità.

La scelta dei predetti settori rilevanti ed ammessi consente alla Fondazione di garantire alla propria attività istituzionale un carattere di continuità con gli originari scopi ideali della Cassa di Risparmio. Va infatti ricordato che è soprattutto nei settori artistico- culturali e socio-assistenziali, compreso anche l’ambito di applicazione più specifici dell’attività sportiva, che si è da sempre caratterizzata l’attività delle Casse di risparmio prima e delle Fondazioni poi. Allo stesso modo, anche in questo triennio non verrà meno il sostegno che la nostra istituzione ha sempre dato al settore scolastico in generale.

La suddivisione tra i vari settori è stata effettuata sull'esperienza dei precedenti esercizi e sulle più urgenti esigenze del territorio, come emerso dai confronti nelle Commissioni interne con funzioni di studio e di analisi costituite appositamente e dagli incontri con i principali stakeholders del territorio.

Per la ripartizione delle risorse tra i vari settori si invita a fare riferimento al Piano Programmatico Pluriennale 2023-2025 e, per quanto riguarda più in dettaglio il 2023, al Documento Programmatico Previsionale 2023, disponibili nel menu a lato.